Annalisa Marchionna

The Year's Wheel

“If you go to the creek watch out for the Hook: it is a hand coming from below who might drag you into the water: Many children died in this way. And at night you should not go out: hooded men will be around”.
These are the kind of stories my grandmother used to tell to scare me as a kid. I was terrified and fascinated at the same time. When I grew up I forgot these tales – and refused them. I was sure the society I grew up in did not have time to evoke spirits, to believe in alchemy or in witchery. We are too modern, too rational.
And instead, while Catholicism is declining in Italy and people swing between atheism and the need to believe, there are women and men who feel differently.
Eventually, I found out that our forests resonate with vibrant shamans' drums. The long Druidic trumpet recalls worshippers for Oestara and other feasts of the Year’s Wheel. Medicine Women heal with herbs. Witches and warlocks gather to celebrate sabbath and enchantments, while on the sea priestess celebrate the Great Goddess.
They are called neo-pagans, because of the feeling that takes back to nature, toward a pantheon of deities and spirits.
It is not known how many they are. They are thought to be tens of thousands people, but along my trip in the Italian spirituality there is no region where nothing is happening. From North to South, from Venice to the islands and the Alps: Everywhere there are people who call themselves neo-pagan.
What emerged was a portrait of a country – Italy – that started feeling again the need for magic, divination and elements control, the urgency to live according to nature cycles again, to produce the sustenance for propitiatory rituals. Most important, for women this might mean a moral and spiritual revenge: Taking back a role too often refused by secular religions.
God is often feminine, as much as her priestesses.

ITA. LA RUOTA DELL'ANNO
“Se vai al torrente attenta all’Uncino, è una mano che esce da sotto e ti tira in acqua, tanti bimbi sono morti così... Di notte poi non devi uscire, ci sono degli uomini incappucciati...”.
Sono le storie che mia nonna mi raccontava per spaventarmi quando ero bambina.
Mi terrorizzavano e affascinavano allo stesso tempo. Poi, crescendo, le ho dimenticate
e rinnegate. Ero convinta che la società in cui sono cresciuta non ha tempo per invocare
gli spiriti, per credere nell’alchimia o per professarsi mago. Siamo troppo “moderni”, troppo razionali.
E invece, nonostante ciò, in un’Italia che soffre la caduta della fede cattolica, che oscilla tra l’ateismo e il bisogno di credere nel divino, esistono donne e uomini che provano un sentire diverso.
Scopro così che i nostri boschi risuonano delle vibrazioni dei tamburi degli sciamani, la lunga tromba dei druidi chiama a racconta per Oestara e per le altre festività della ruota celtica, le donne-medicina curano con le erbe, le coven di streghe e stregoni si radunano e celebrano sabba e incantesimi, mentre in riva al mare le sacerdotesse celebrano la Grande Dea.
Li chiamano neo pagani, per quel loro sentire che li riporta a strettissimo contatto con la natura, verso un pantheon di divinità o di spiriti.
Non si sa quanti siano, si parla di decine di migliaia di persone, ma in questo mio viaggio nella spiritualità italiana non c’è regione nella quale non accada qualcosa. Dal nord al sud,
da Venezia, alle isole, alle Alpi ovunque sono presenti persone che si professano neo pagane.
Ne viene fuori un ritratto di un’Italia che torna a sentire il bisogno della magia, della divinazione e del controllo degli elementi, l’urgenza di tornare a vivere i cicli della natura,
di imbandire le tavole per riti propiziatori e, importantissimo, per le donne la rivincita morale e spirituale di un ruolo troppo a lungo rinnegato nelle religioni secolarizzate. 

La Dea spesso è femmina, come le sue sacerdotesse.

1 / 22 ◄   ► ◄  1 / 22  ► pause play enlarge slideshow
Santa Severa, Rome, June 2017. Maya Vassallo, the founder of the Temple of the Great Goddess in Rome, during a ritual dedicated to Aphrodite.
Worshipped as “The Great Goddess”, Aphrodite is the Goddess of the Sea and of Sacred Love. Maya is preparing a thanksgiving ritual to her, offering chants and ritual dances. Returning to the sea symbolically represents returning to the Goddess's womb, the origin of everything

IT: Giugno 2017, Santa Severa, originariamente chiamata Pyrgy, Roma.
Maya Vassallo, Sacerdotessa fondatrice del Tempio della Grande Dea a Roma, durante una cerimonia dedicata alla Dea Afrodite, venerata come la Grande Dea, Signora del Mare e dell'Amore Sacro.
Maya le offre una Cerimonia di ringraziamento con danze sacre rituali.
Il ritorno al Mare simboleggia il ritorno nel Grembo della Dea, dal quale ogni cosa ha origine, proprio come Afrodite si immergeva nelle Acque per ritrovare la sua integrità e rinasceva ogni volta, così nelle Acque del suo Mare, possiamo lasciarci cullare e purificare, ricevendo il nutrimento che ci restituirà rinati e rinnovati al mondo.
A Pyrgy sorgevano due Templi in riva al Mare, uno dedicato alla Dea Lucotea e l'altro dedicato ad Uni-Astarte, equivalente di Afrodite. Oggi di questi Templi restano solo le rovine, accanto alle quali sono ancora visibili le 20 stanze dove le Sacerdotesse praticavano l'Arte della Sessualità Sacra.
2 / 22 ◄   ► ◄  2 / 22  ► pause play enlarge slideshow
September 2017. Salvo Lando (whose full name is Salvatore Landolina) struggles in defining himself. If he had to, he would call himself a Contemporary Shaman. Born in Agrigento, Sicily, a year ago he met by chance a powerful Mexican shaman: An encounter that changed his life. He was supposed to stay in Mexico for five days but eventually stayed for six months. “On November 12th I was born again”, claims Salvo. “After my initiation into a healing path, I strongly felt a call to spend some time in the Mexican jungle. That day I reached a waterfall and spent a long time under the pouring water. When I opened my eyes, I had the feeling that names where falling from things around me. In that moment I felt that everything is part of a whole, and my own body was part of a whole as well. I looked at myself: I was wet and covered in mud. The earth had gave me birth again, I was reborn with a new consciousness”. Today Salvo travels trough Italy to share his experience and to teach people a path of self-healing and harmony.

IT: Settembre 2017. Salvo Lando (Salvatore Landolina all'anagrafe), fa fatica a darsi una definizione, se proprio deve sceglierne una preferisce connotarsi come Sciamano contemporaneo. Siciliano di Agrigento, un anno fa il fortuito incontro con un potente sciamano in Messico gli ha cambiato la vita. Doveva rimanere in Messico 5 giorni, è ripartito 6 mesi dopo. "Il 12 novembre di un anno fa sono rinato", racconta Salvo, "dopo la mia iniziazione a un percorso di guarigione ho sentito fortissimo il richiamo di trascorrere del tempo nella jungla messicana. Quel giorno sono arrivato a una grande cascata e ho trascorso molto tempo sotto le sue acque. Quando ho aperto gli occhi la sensazione che ho provato è che tutti i nomi cadessero dalle cose attorno a me. In quel momento ho percepito qualsiasi cosa come parte di un tutto, e anche il mio corpo faceva parte di quel tutto. Mi sono guardato, ero bagnato e ricoperto di fango. La terra mi aveva partorito di nuovo, ero rinato con una nuova consapevolezza". Oggi Salvo gira l'Italia portando ad altri la sua esperienza, e insegnando alle persone un percorso di auto guarigione e armonia.
3 / 22 ◄   ► ◄  3 / 22  ► pause play enlarge slideshow
February 2017. Iseo Lake, Lombardy. The Italian Great Druidic Lodge celebrates Goddess Brigit, the Druids patroness. Imbolc feast, the first festivity of the Wheel of the Year, is dedicated to her. Brigit is the triple goddess: she is represented by the fire that enlightens inside and outside and that brings life back during the cold time of the year. This ancient feast has Nordic and Celtic origins. It was absorbed by Christianity and called Candelora. During these days, worshippers from any pagan or neo-pagan spiritual paths celebrate Imbolc. Despite slightly different rituals, they all celebrate the light and Goddess Brigit.

IT: Lago di Iseo, Lombardia. Febbraio 2017, la Gran Loggia Druidica Italiana celebra la dea Brigit, patrona dei Druidi e a cui è dedicata la festa di Imbolc, la prima festività della Ruota dell'Anno. Brigit è la triplice dea, simboleggiata dal fuoco che illumina interiormente ed esteriormente, che riporta la vita nel periodo freddo dell'anno. Questa festa antichissima, di origini nordiche e celtiche, è stata assorbita dal cristianesimo e ribattezzata Candelora. In queste giornate tutti i praticanti di qualsiasi percorso spirituale pagano e neo pagano celebrano Imbolc, con sfumature rituali leggermente diverse tra loro ma mantenendo fede alla celebrazione della luce e della dea Brigit.
4 / 22 ◄   ► ◄  4 / 22  ► pause play enlarge slideshow
June 2017. Eco-village Le Trune, Piedmont. Luca is a syncretic magician and alchemist who mixes different aspects from various spiritual paths. Luca practices alchemy as a transmutation of something outside as well as - metaphorically – inside the self. For Luca, the symbolic value connected to alchemy and the spiritual practice deriving from it are the basis of his knowledge of nature and life. Staged portrait.


IT: Giugno 2017. Eco-villaghio Le Trune, Piemonte. Luca è un mago sincretico e alchimista che mescola aspetti diversi da vari percorsi spirituali. Luca pratica l'alchimia come una trasmutazione di qualcosa al di fuori così come - metaforicamente - dentro il sé. Per Luca, il valore simbolico connesso all'alchimia e la pratica spirituale che ne deriva sono alla base della sua conoscenza della natura e della vita. Staged Portrait
5 / 22 ◄   ► ◄  5 / 22  ► pause play enlarge slideshow
November 2016, Val D'Aosta, Les Combes. Anna Saudin, a Siberian shaman, is reactivating the thousands-years-old cupels altar with some offers. Cupels are cup-shaped engravings in the rock, peculiar of this and other ancient altars.
Around two-thousands years BC, these engravings were used to collect worshippers' offers to gods and spirits. Anna's ritual consists in a series of summonings towards the four cardinal directions, followed by ritual offerings to the spirits of the place. Anna was born in Val D'Aosta but she regularly travels to Russia since she was in her twenties. Thanks to her knowledge of Russian, in the 80ies she was the first interpreter for the Italian Universities who started studying the anthropological aspects of Siberian Shamanism.
The encounter with this world drove her to shamanism. She started practicing it but did not abandon Catholicism. Since decades, together with her partner Costanzo Allione, she has been raising awareness about shamanism in the world through conferences and documentaries.

IT: Valle D'Aosta, Les Combes, novembre 2016. Anna Saudin, sciamana siberiana, riattiva con offerte il millenario altare delle coppelle. Le coppelle sono le incisioni a forma di coppa di cui questo e altri antichi altari sono disseminati. Questi incavi servivano per accogliere le offerte dei fedeli agli dei e agli spiriti circa 2mila anni prima di Cristo. Il rituale di Anna consiste in una serie di invocazioni ai quattro punti cardinali seguite da offerte per gli spiriti del luogo. Anna è nata in Val d'Aosta, ma viaggia in Russia da quando è ventenne. La sua conoscenza della lingua russa l'ha resa la prima interprete per le università italiane quando, negli anni '80, hanno iniziato a studiare antropologicamente il fenomeno dello sciamanesimo siberiano. L'incontro con questo mondo l'ha avvicinata sempre più allo sciamanesimo, di cui è diventata praticante senza rinnegare il cattolicesimo. Insieme al compagno, Costanzo Allione, da decenni promuove la conoscenza dello sciamanesimo nel mondo con una serie di incontri e documentari ad esso dedicati.
6 / 22 ◄   ► ◄  6 / 22  ► pause play enlarge slideshow
June 2017. Rome. Danila wears a mask in order to get away from her physical identity and to discover her inner self. The use of masks is deeply rooted in many religions. For Danila it is a spiritual practice that helps her rediscover herself. Danila is syncretic and follows both a shamanist and a Buddhist path.

IT: Roma, giugno 2017. Danila indossa la maschera che le serve per allontanarsi dalla sua identità fisica e riscoprire il suo sé profondo. L'uso della maschera è ancestrale in molte religioni. In questo caso, per Danila, è una pratica spirituale che l'aiuta a riscoprire sé stessa. Danila è sincretica, segue sia un percorso sciamanico sia il buddismo.
7 / 22 ◄   ► ◄  7 / 22  ► pause play enlarge slideshow
May 2017. Masserano, Piedmont. The Druidic Circle is celebrating Beltane. They describe themselves as a “Loud laugh in the wood”. This sentence well represents the Druidic spirit of life, which should be celebrated with joy and in harmony with nature. Their purpose is to revive a new great Nemeton, a Sacred Forest where fronds and leaves from different species might be together and whisper in a chorus an ancient chant to honor the Earth. The Beltane feast, organized by the Old Oak, attracts many people from all over Italy. In 2017 it was its 21st edition and thousands people were there. This feast is connected to the return to life and light as well as to the encounter of feminine and masculine, including the power of sexuality. Two pyres, set afire at the end of the feast, represent the masculine and the feminine. On the right, there is the feminine fire, on the left the masculine one. Part of the Beltane ritual consists in walking around the two fires and then pass between them.

IT: Masserano, Piemonte, Maggio 2017. Il Cerchio Druidico festeggia Beltane. Quando parlano di loro si definiscono "una grassa risata nel bosco", e questa frase raccoglie lo spirito druidico della vita da celebrare con gioia e in armonia con la natura. Nel loro intento c'è la speranza di far fiorire un nuovo grande Nemeton, una Foresta Sacra, dove fronde e foglie di diverse specie possano raccogliersi e sussurrare in coro un canto antico in onore della Terra. La festa di Beltane, organizzata da L'antica Quercia, richiama tantissima gente da tutta Italia. Nel 2017 è giunta alla sua ventunesima edizione, ed erano presenti diverse migliaia di persone. Questa festa è legata al ritorno alla vita, alla luce, ma anche all'incontro del maschile e del femminile, alla potenza della sessualità. A simboleggiare il maschile e il femminile erano state erette due pire, che vengono accese nel culmine della festa. A destra c'è il fuoco femminile, a sinistra quello maschile. Girare attorno ai due fuochi e passarvi in mezzo fa parte del rituale propiziatorio di Beltane.
8 / 22 ◄   ► ◄  8 / 22  ► pause play enlarge slideshow
July 2017. Briosco, Lombardy. Irene and Angelo are getting married according to a shamanic ritual from Togo. Calixthe, the shaman performing the marriage ritual, is pressing under his feet red ribbons that represent negativity.
Between the two, Irene was the first following Togolese Shamanism. Born in Apulia, she felt Catholicism was not enough for her. Along the years she followed different spiritual paths and she eventually founds her own path in the syncretism between Catholic, neo-pagan and Togolese shamanist elements. Angelo is from Sicily and practices ancient magic rituals from his own land. Even though his background is more rooted into Catholicism than his wife's, Angelo always joins her during neo-pagan celebrations and is fond of Togolese shamanism's principles.

IT: Briosco, Lombardia, luglio 2017. Irene e Angelo si uniscono in matrimonio con rito sciamanico del Togo. Calixte, lo sciamano che pratica l'unione tra i due, schiaccia sotto i piedi i fili rossi simboleggianti le negatività. Irene è stata la prima nella coppia ad avvicinarsi allo Sciamanesimo del Togo. Pugliese, il cattolicesimo le stava troppo stretto. Negli anni si è avvicinata a diversi percorsi spirituali, per trovare infine la sua via in un sincretismo che mescola alcuni elementi cristiani, altri tipicamente neo pagani e altri ancora dello sciamanesimo del Togo. Angelo è siciliano e pratica la magia antica della sua terra. Anche se con una base più cattolica di Irene, Angelo accompagna sempre la moglie durante le celebrazioni delle festività neo pagane e apprezza i principi dello Sciamanesimo del Togo.
9 / 22 ◄   ► ◄  9 / 22  ► pause play enlarge slideshow
August 2017. Majella Mount, Abruzzo. Sandrine was born in France but has been living in Italy for the past 20 years. She is praying close to natural elements in the wood on Mount Majella. In this specific spot, according to Sandrine (also known under the pseudonym of Morgane) there is a portal connecting different worlds: A layover point between reality and the Spirits' world. Sandrine call herself a Herbal witch and worships the spirits of nature. The knowledge of this spiritual world came at all natural to her, as she was raised by a grandmother who passed on her the knowledge of nature and its connection with the polytheist pantheon connected to nature itself. From time to time, Sandrine hosts people who are questioning their own faith and might be willing to join her spiritual path. She is happy to share her knowledge and she loves spending long days isolated in the nature, meditating, together with her beloved husband.

IT: Monte Majella, Abruzzo, agosto 2017. Sandrine, francese di nascita ma italiana di adozione ultraventennale, prega in contatto con gli elementi naturali nel bosco sulla montagna Majella. In questo punto preciso per Sandrine, che si fa conoscere anche come Morgane, c'è un portale tra i mondi: un punto di passaggio tra la realtà e il mondo degli spiriti. Sandrine si definisce una strega erbaria, venera gli spiriti della natura. La conoscenza con questo mondo spirituale è stata del tutto naturale per lei, cresciuta con una nonna che le ha trasmesso la sua conoscenza della natura e la sua affinità con il pantheon politeista legato alla natura stessa. Di tanto in tanto Sandrine ospita chi si sta interrogando sulla propria fede e ha voglia di avvicinarsi al suo percorso spirituale. Condivide volentieri la sua conoscenza e con il marito ama trascorre giorni isolati sulla montagna a meditare.
10 / 22 ◄   ► ◄  10 / 22  ► pause play enlarge slideshow
January 2017. Macherio, Lombardy. Cora and her friend Khadijia regularly organizes the red tent in the Cora house basement. Red Tents originate from a Native Americans practice, when women used this space to isolate themselves during their period, as a way to celebrate the fundamental stages of their lives, like puberty, giving birth, grieving or menopause. Today Red Tent is a common practice in Italy. Red Tents are often held according to moon cycles - there are red tents organized during full moon and new moon. In these spaces women celebrate the sacred feminine and resonate trough their life's problem using archetypes symbology. It is a judgement-free place, open for honest and sacred confrontation.

IT: Macherio, Lombardia, gennaio 2017. Cora allestisce con un'amica la tenda rossa che comincerà a breve. Insieme a Khadijia organizza stabilmente la tenda rossa nella taverna di casa sua. Le tende rosse si originano da una pratica dei nativi americani, quando le donne usavano questo spazio per ritirarsi durante il periodo mestruale e celebrare le fasi fondamentali della loro vita, come il menarca, la nascita di un figlio, un lutto o la menopausa. Oggi la Tenda Rossa è una pratica molto diffusa in tutta Italia. Le tende rosse si tengono spesso in concomitanza con i cicli lunari (ci sono tende rosse organizzate con le lune piene e altra con le lune nuove). In questo spazio le donne celebrano il femminino sacro e, sfruttando la simbologia degli archetipi, sviscerano le problematiche della loro vita. È un luogo privo di giudizio e aperto a confronti sinceri e sacri.
11 / 22 ◄   ► ◄  11 / 22  ► pause play enlarge slideshow
March 2017. Eco-village Le Trune, Piedmont. The common kitchen in the Eco-village Le Trune. Many neo-pagans meet in this place. Here many festivities of the Wheel of the Year are celebrated.

IT: Ecovillaggio le Trune, Piemonte, marzo 2017. La cucina comune dell'ecovillaggio Le Trune. In questo luogo si incontrano molti neo pagani, e qui vengono celebrati diverse festività della Ruota dell'anno.
12 / 22 ◄   ► ◄  12 / 22  ► pause play enlarge slideshow
Val di Susa, Piedmont, March 2017. Marius Depréde is part of an ancient secret order of lay monks, who for a thousand years have preserved the religious culture that passes through the Val di Susa. Marius speaks many ancient languages, including Aramaic and Ancient Greek, and with the other monks he conserves and studies the ancient religious manuscripts. Particularly close to the neo-pagan spiritual path, which finds its home in nature, it is also the custodian of the sacred wood of Rama, considered by many to be a magical and powerful place, as well as the seat of the lost city of Rama.

IT: Val di Susa, Piemonte, marzo 2017. Marius Depréde fa parte di un antico ordine segreto di frati laici, che da mille anni preservano la cultura religiosa che passa per la val di Susa, luogo da sempre di passaggio di popoli. Marius parla molte lingue antiche, tra cui l'aramaico e il greco antico, e con gli altri monaci conserva e studia gli antichi manoscritti religiosi. Particolarmente affine al percorso spirituale neo pagano, che trova nella natura la sua casa, è anche custode del bosco sacro di Rama, da molti considerato come luogo magico e potente, nonchè sede della città scomparsa di Rama.
13 / 22 ◄   ► ◄  13 / 22  ► pause play enlarge slideshow
November 2016. Ventan, Val D'Aosta. Anna Saudin, a Siberian shaman, gives her offers to Ovaa. This is the only Tuvino three-trees shamanic altar in the West. Siberian shamanism originates from Siberia and it is today especially practiced in the region of the Baikal Lake. According to shamanic tradition, worshippers' offers nourish the altar. Beside rice, milk and something to eat, three stones should be placed below the altar and filled with prayers. Along the years, these are the rocks that actually support the Ovaa. Its shape is constantly changing. At the end of prayers and offers ritual, worshippers tie on the three trees a ribbon, whose color depends on each person's birthday.

IT: Ventan, Valle D'Aosta. Anna Saudin, sciamana siberiana, porge le sue offerte all'Ovaa. Questo è l'unico altare sciamanico Tuvino a tre alberi presente in Occidente. Lo sciamanesimo siberiano si origina dalla Siberia ed è attualmente praticato soprattutto nella regione del lago Baikal. Per la tradizione sciamanica l'altare si alimenta delle offerte delle persone. Oltre al riso, al latte e a qualcosa da mangiare, vanno poste ai piedi dell'altare tre pietre, caricate con le proprie preghiere. Nel tempo sono proprio quelle pietre a sostenere l'Ovaa. La sua forma si modifica costantemente, sui tre alberi, alla fine delle preghiere e delle offerte, si lega un nastro del colore che ci rappresenta in base alla data di nascita.
14 / 22 ◄   ► ◄  14 / 22  ► pause play enlarge slideshow
June 2017. Rome. Danila reads the Tarot while in her house. The use of cards is common to different spiritual and neo-pagan paths. Cards are used not only as a divinatory tool but also as a connection between the selves and the subtle world of energies and spirits. Responses by Tarot are not be considered as an absolute truth but more as a psychological indication.

IT: Roma, giungo 2017. Danila, nel privato della sua casa, legge i tarocchi. L'uso delle carte è trasversale a molti percorsi spirituali neo pagani. Le carte non vengono usate a scopo puramente divinatorio, ma come tramite tra sé stessi e il mondo sottile delle energie e degli spiriti. I responsi dei Tarocchi non rappresentano un dogma, ma più un'indicazione psicologica
15 / 22 ◄   ► ◄  15 / 22  ► pause play enlarge slideshow
June 2017. Rome, Temple of the Great Goddess. Maya Vassallo, Priestess of the Sea and Priestess of Aphrodite, is the founder of the Temple of the Great Goddess in Rome. Inside the sacred space, a meditation room was built. The main element connected to Aphrodite is the sea and the meditation room displays its colors. Maya dedicates her life to serve the Great Goddess in her role of Priestess of the Sea and Priestess of Aphrodite. She organizes lessons to guide people in their path to become Priest or Priestess.

IT: Giungo 2017. Roma, Tempio della Grande Dea,
Maya Vassallo, Sacerdotessa del Mare e di Afrodite e Sacerdotessa di Avalon, formatasi presto il Glastonbury Goddess Temple, è la fondatrice del Tempio della Grande Dea di Roma. All'interno di questo spazio sacro è stata creata una tenda per meditare e connettersi più intimamente con la Dea Afrodite o per praticare l'incubatio, la pratica sacra del sogno consapevole di visione e guarigione.
La tenda, per i suoi colori ed i suoi riflessi cangianti, grazie agli elementi Acqua e Fuoco, tanto cari ad Afrodite, dona la sensazione di essere cullati tra le sue onde, favorendo l'espansione degli stati di coscienza.
Maya Vassallo dedica la sua vita servire la Grande Dea come sua Sacerdotessa ed insegna nel per-corso sacro di formazione per Sacerdotesse e Sacerdoti del Mare e di Afrodite. Attualmente esistono Templi stabili o temporanei dedicati alle Dee a Torino, a Trento, a Venezia, in Brianza, in Liguria, nelle Marche ed in Sardegna.
16 / 22 ◄   ► ◄  16 / 22  ► pause play enlarge slideshow
May 2017. Massarano, Piedmont. The highlight of the Beltane celebration is starting. This feast is connected to the return to life and light as well as to the encounter of feminine and masculine, including the power of sexuality. Besides the members of the Druidic Circle who organize the Beltane celebration together with the Old Oak, there are also many members of historical groups who revive the Celtic and Druidic myth. All together, they head to the pyres that will become fires to propitiate abundance. “We are the new Keepers of the Forests and we promote the development of a new consciousness that will make individuals rediscover the sacred and divine inner soul of the Nature, Mother and Teacher of the whole mankind. In this way, they will be able to work with Her and for Her and to take care of Life and Harmony. We meet in wild places, according to the Festivity Calendar shared by many neo-pagan movements, and we celebrate and honor seasonal cycles”, This is what Druidic Circle members say of themselves.

IT: Masserano, Piemonte, Maggio 2017. Inizia il momento clou della celebrazione di Beltane. Questa festa è legata al ritorno alla vita, alla luce, ma anche all'incontro del maschile e del femminile, alla potenza della sessualità. Oltre i componenti de il Cerchio Druidico, che organizza insieme a L'antica Quercia la celebrazione di Beltane, si sono radunati anche molti clan storici che rivivono il mito celtico e druidico. Tutti insieme convogliano verso le pire, che diventeranno fuochi propiziatori di abbondanza. "Noi siamo i nuovi Custodi delle Foreste, e promuoviamo lo sviluppo di una nuova consapevolezza che porti gli individui a riscoprire la sacralità e l’essenza divina della Natura, Madre e Maestra di tutto il genere umano, per poter operare con Lei e per Lei per la cura della Vita e dell’Armonia. Ci incontriamo in luoghi immersi nella Natura, in occasione delle Festività del calendario condiviso da molti movimenti neopagani, per celebrare e onorare i cicli stagionali", dicono di sé i componenti de Il Cerchio Druidico.
17 / 22 ◄   ► ◄  17 / 22  ► pause play enlarge slideshow
February 2017. Moncucco di Vernate, Lombardy. Valentina Ferracioli, a Wicca witch, is praying in front of the altar she set in her house. The Wicca movement is the most common among neo-pagan cults. Valentina, who lately moved abroad, was part of a coven and an active member of the Tiwi circle in Milan. The Italian Wicca movement was established and developed in this area. Wiccans are divided in different groups according to the ritual they follow and to the grade of stringency they decide to apply to their doctrine.

IT: Moncucco di Vernate, Lombardia. Valentina Ferracioli, strega Wicca, prega davanti all'altare che ha allestito nella sua casa. il movimento della Wicca è, tra i neo pagani, sicuramente il più numeroso. Valentina, che negli ultimi mesi si è trasferita all'estero, faceva parte di una coven ed era molto attiva al Circolo dei Trivi, a Milano. Questo luogo ha visto nascere e svilupparsi la cultura Wicca in italia. I Wiccan sono divisi in molteplici gruppi, a seconda della tradizione che seguono e del rigore con cui interpretano la dottrina.
18 / 22 ◄   ► ◄  18 / 22  ► pause play enlarge slideshow
June 2017. Santa Severa. Lazio Maya Vassallo is an Aphrodite priestess and founder of the Temple of the Great Goddess in Rome. She is at the sea to offer a ritual to Aphrodite, whose element is indeed the sea. The big brazier is nourished by offers to the Goddess and by chants and sacred dances performed by the priestess. The paintings on her body represent ritual draws, recalling elements connected with Goddess Aphrodite.

IT: Giugno 2017, Santa Severa, (antica Pyrgy), Lazio.
Maya Vassallo, Sacerdotessa del Mare e di Afrodite e fondatrice del Tempio della Grande Dea a Roma, si reca presso il Mare, sulla costa dove sono ancora visibili le rovine degli antichi Templi delle Dee Laucotea ed Astarte e dove si praticava la Sessualità Sacra, per offrire una cerimonia alla Dea Afrodite con due elementi a lei molto cari, il Mare ed il Fuoco.
Il grande braciere è alimentato dalle offerte alla Dea e dall'energia scaturita dalle Danze Sacre e dei Canti offerti dalla sua Sacerdotessa.
La pittura sul suo corpo rappresenta simboli sacri antichissimi collegati al culto della Dea e consultabili sul libro "Il Linguaggio della Dea" dell'archeomitologa Marija Gimbutas, grande pioniera e punto di riferimento per tutta la comunità della Dea italiana ed internazionale.
19 / 22 ◄   ► ◄  19 / 22  ► pause play enlarge slideshow
June 2017. Eco-village Le Trune, Piedmont. Luca Ciavarella is the spiritual soul of Le Trune. He is looking for a physical and spiritual connection with nature. Luca's spirituality is quite complex: He mixes elements from the Catholic traditions with ancient magic elements from his land, with alchemy, and modern neo-pagan paths. The connection between nature and its cycles is a dominant element. Luca follows this path dedicating a lot of time to study the ancient herbal knowledge and the magic and healing use of plants. He studies permaculture and claims that our ability to shape energies could be applied to agriculture. Together with some friends, he bought some ruins in Susa Valley that eventually became the Eco-villlage Le Trune. It is a place far from everything where worshippers can celebrate the numerous recurrences of the Wheel of the Year and also spend time with other people following similar neo-pagan spiritual paths.

IT: Giugno 2017. Eco-villaggio Le Trune, Piemonte. Luca Ciavarella è l'anima spirituale di Le Trune. In questa foto sta cercando una connessione fisica e spirituale con la natura. La spiritualità di Luca è piuttosto complessa: mescola elementi delle tradizioni cattoliche con antichi elementi magici della sua terra, con l'alchimia e i moderni percorsi neopagani. La connessione tra la natura e i suoi cicli è un elemento dominante. Luca segue questo percorso dedicando molto tempo allo studio dell'antica conoscenza delle erbe e all'uso magico e curativo delle piante. Studia la permacultura e afferma che la nostra capacità di plasmare le energie potrebbe essere applicata all'agricoltura. Anni fa, insieme ad alcuni amici, comprò alcune rovine nella valle di Susa che alla fine divenne l'eco-villaggio Le Trune. È un luogo lontano da tutto, dove chi è affine al percorso neo pagano può celebrare le numerose ricorrenze della Ruota dell'Anno e riunirsi.
20 / 22 ◄   ► ◄  20 / 22  ► pause play enlarge slideshow
March 2017. Briosco, Lombardy. A mirror inside Irene's house, a syncretic neo-pagan. The mirror has always been considered a magical object, connecting two worlds.

IT: Briosco, Lombardia, marzo 2017. Uno specchio a casa di Irene, sincretica neopagana. Da sempre lo specchio è ritenuto un oggetto magico, un portale tra i mondi.
21 / 22 ◄   ► ◄  21 / 22  ► pause play enlarge slideshow
May 2017. Rome. Sole, Gaia and her husband Marco are moving according to ritual moves during a spell. They practice Wicca, the most widespread form of modern witchery. Wicca is also the main neo-pagan current. The ritual practice might be performed both individually as well as with other members. In this case the spell is performed inside a house. Wicca is a mystery and initiatory religion, meaning that the whole set of beliefs, religious practices and their true nature, are revealed only to initiated members and they are obliged not to reveal the mystery, that must remain untold.
The principles, or elements, Wicca is founded on, could be summed up in three main pillars. The first element is the acceptance of the inner divinity of the natural world and the refusal of any idea regarding the creation by an external force. The second element is the refusal of any idea regarding the existence of any divine a priori law that might regulates mankind's behavior. This include the refusal of concepts like sin and salvation. These concepts are substituted by an ethic based on the freedom to express individual needs and desires, in order to pursue personal growth and happiness. The only restriction is in hurting other people. These two aspects are resumed in the “Rede Wicca”, meaning “Do what you like as long as you do not hurt anybody else”.
The third element consist in accepting that deity might be both feminine or masculine. This formula leaves space for different concepts development: there might be a single Great Bisexual Spirit as well as genuine polytheism. The duo-theism, though, is the most common idea and according to it, there would be both a God and a Goddess appearing in diverse semblances. The practical consequence of this principle is in the fact that women and men are equally considered representatives of the religious power.

IT: Roma, Lazio, maggio 2017. Sole, Gaia e suo marito Marco si muovono in modo rituale durante un incantesimo. I tre praticano la Wicca, che oggi è la forma di stregoneria moderna maggiormente diffusa e rappresenta anche la maggiore corrente neo pagana. La pratica rituale può avvenire sia privatamente sia insieme agli altri componenti della congrega. In questa foto l'incantesimo si svolge in casa. La Wicca è è una religione misterica e iniziatica. Questo significa che l'insieme delle credenze, delle pratiche religiose e la loro vera natura sono rivelate esclusivamente agli iniziati che hanno l'obbligo di non profanare il segreto, che deve rimanere ineffabile.
I principi, o componenti, su cui si fonda la Wicca possono essere sintetizzati in tre punti: La prima componente è l’accettazione della divinità intrinseca del mondo naturale, e il rifiuto di qualunque nozione di creazione da parte di un potere esterno. La seconda componente è il rifiuto di qualsiasi concetto di legge divina prestabilita riguardo al comportamento umano, e perciò dei concetti di peccato e salvezza. Al loro posto c’è un’etica di libertà per esprimere e gratificare i bisogni e i desideri individuali, così da perseguire la crescita e la felicità personale, con l’unica principale restrizione di evitare di fare del male agli altri. I due aspetti di questa moralità sono riassunti nel “Rede wicca”: “Fa’ ciò che vuoi finché non danneggia nessuno.” La terza componente è l’accettazione che la divinità possa essere sia femminile che maschile. Tale formulazione lascia spazio ad un’ulteriore gamma di concettualizzazioni: da un singolo Grande Spirito bisessuale a un genuino politeismo, sebbene il duoteismo – nel quale una dea e un dio si manifestano sotto vari aspetti – sia l’articolazione più comune. L’espressione pratica essenziale di questo principio è che le donne sono considerate rappresentanti del potere religioso almeno tanto efficacemente quanto gli uomini.
22 / 22 ◄   ► ◄  22 / 22  ► pause play enlarge slideshow
June 2017. Eco-village Le Trune, Piedmont. It is Summer solstice, the feast of Litha for the Wheel of the Year. A big propitiatory bonfire that is meant to bring abundance is set afire in the middle of the forecourt. People dance around it and lay their vows and prayers.

IT: Ecovillaggio le Trune, Piemonte, giungo 2017. È il solstizio d'estate, la festa di Litha per la ruota dell'anno. Un grande fuoco propiziatorio e portatore di abbondanza è stato acceso al centro dello spiazzo, le persone vi danzano intorno e vi lasciano le loro intenzione e le loro preghiere.
loading